Gestione delle crisi aziendali

L'obiettivo è accompagnare le aziende in crisi favorendo processi di innovazione, riorganizzazione e riqualificazione delle competenze aziendali allo scopo di ridurre il numero di lavoratori espulsi dal mercato del lavoro.

Il processo di gestione ha inizio con l'analisi preliminare del contesto di difficoltà, prosegue attraverso un confronto con l'azienda, le parti sociali e le istituzioni interessate e si chiude con il completamento dell'istruttoria e quindi della definizione dell'Accordo quadro. 

L'Accordo include le seguenti tipologie di interventi in favore e dell'azienda e dei lavoratori:

  • interventi di natura industriale: ristrutturazione, conversione del sito produttivo, progetti di ricerca e sviluppo, credito e finanza;
  • interventi in termini di politiche formative e occupazionali: processi di riqualificazione, aggiornamento e adattamento delle competenze dei lavoratori e azioni di outplacement.

 

Alcuni dei casi in gestione: Gruppo Mercatone Uno Spa | Meridiana Fly e Meridiana Maintenance | Gruppo Electrolux Italia | Eni Spa | Cementifici della Bassa Padovana Italcementi Spa - Cementizillo Spa | Ideal Standard | OFV - Officine Ferroviarie Veronesi

L'intervento dell'Unità di crisi si estende anche ad aree di crisi industriale più ampie, complesse. L'obiettivo è, anche per queste situazioni, quello di giungere alla sottoscrizione di specifici Accordi di programma, in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE).

Scarica 'L'unità di crisi di Veneto Lavoro - Tiziano Barone, giugno 2017'