Progetti politiche di integrazione

L'integrazione sociale dei cittadini immigrati è un processo complesso, condizionato da numerose variabili oggettive e soggettive, sul quale però l'inserimento e le capacità di accoglienza in alcuni ambiti hanno una notevole rilevanza.

Il fenomeno dell'immigrazione comporta per coloro che giungono nel nuovo Paese un ineluttabile adeguamento alla nuova realtà e per la società di arrivo un'occasione di ridefinizione. Affinché questi processi di trasformazione assumano un significato positivo, costruttivo e di reale integrazione sociale è necessaria, in molteplici ambiti, la concretizzazione in azioni e percorsi dello sforzo di tutti i soggetti coinvolti di reciproca conoscenza e comprensione, di osservanza delle regole comuni di convivenza, di rispetto delle differenze.

Lo stretto legame che intercorre tra immigrazione e lavoro e la centralità di quest'ultimo nella vita di ciascuno fanno dell'occupazione uno dei fattori decisivi nell'integrazione di cittadini immigrati nel Paese di arrivo. Il lavoro testimonia la partecipazione attiva del cittadino immigrato alla realtà socioeconomica di arrivo e per questo genera riconoscimento sociale oltre ad essere in molti casi la principale occasione di relazione con gli italiani. La Regione del Veneto, non a caso, riconoscendo l'importanza del lavoro nel processo di integrazione, ha previsto nella legge dedicata agli Interventi nel settore dell'immigrazione (Legge Regionale nr 9/90), attività di orientamento professionale, di prima formazione e riqualificazione a favore degli immigrati.

Accanto al lavoro, anche la scuola ha spesso un ruolo fondamentale nello sviluppo del processo di integrazione dei cittadini immigrati. Oltre all'espletamento della sua funzione educativa è spesso promotrice di dinamiche positive di confronto, scambio e riconoscimento tra allievi immigrati ed autoctoni. Si tratta inoltre, in genere, di una delle prime istituzioni italiane con cui le famiglie stabiliscono un rapporto continuo e attraverso la quale sviluppano dinamiche relazionali con i cittadini autoctoni.