Progetti Europei

I grandi cambiamenti del mercato del lavoro, con ripercussioni sociali ed economiche su tutti i cittadini e le imprese del territorio, impongono un continuo adattamento delle politiche delle Amministrazioni regionali per rispondere ai diversi fabbisogni emergenti, anche facendo tesoro delle esperienze sviluppate od apprese in altri contesti internazionali. 

L'ufficio Progetti Europei – UPE è stato istituito per rispondere a queste sfide attraverso progetti sperimentali ed innovativi che possano contribuire a sostenere la capacità della Regione di identificare ed attuare politiche integrate ed organiche in Europa e nel mondo globalizzato.

L'UPE funziona come unità specializzata nel fornire assistenza alle Direzioni regionali per favorire i processi di accrescimento della conoscenza e lo scambio di buone prassi, ideare e progettare lo sviluppo di azioni innovative in linea con le politiche regionali, in particolare per quanto attiene il capitale umano, il governo del mercato del lavoro e l'inclusione socio-lavorativa, i processi di reindustrializzazione, la valorizzazione dei Big Data.

L'UPE è il punto di riferimento per l'Ente per quanto riguarda le priorità Europa 2020 e la nuova configurazione dei fondi strutturali per il periodo 2014-2020, attinenti ai campi di competenza dell'Ente e degli assessorati con cui collabora. In particolare lavoro e formazione, migrazione e sociale, e la sede di rappresentanza a Bruxelles, con un piano specifico di sviluppo di progettualità che vanno ad agire sulle politiche del lavoro, l'inclusione socio lavorativa e la competitività delle imprese.

Le attività interregionali e internazionali si riferiscono a progetti frutto del lavoro di rete con Network nazionali ed europei in collaborazione con la sede di rappresentanza della Regione Veneto a Bruxelles:

  • gestione dei partenariati ed assistenza tecnica sulle politiche del mercato del lavoro e dell'inclusione socio-lavorativa transnazionale;
  • l'Helpdesk di informazione sul territorio sulle possibilità di partecipazione a Bandi Europei ed aiuto nella ricerca di partenariati;
  • gestione integrata dei flussi di mobilità internazionale, con la gestione di progetti su flussi migratori e politiche per la migrazione economica;
  • attività di informazione presso le istituzioni europee per azioni innovative di politiche attive per le fasce giovanili e altre fasce di lavoratori più a rischio di esclusione dal mercato del lavoro.   


>>> Reference UPE (EN), agg. Febbraio 2016