Progetti politiche di integrazione in corso

Attività formative e interculturali

La formazione è un valido strumento per l'integrazione dei cittadini immigrati nel Paese di arrivo, che offre loro la possibilità di diventare membri attivi della società e di esprimere le proprie potenzialità.

La formazione linguistica e l'educazione civica hanno, ad esempio, un ruolo spesso decisivo per la costruzione di relazioni positive con i cittadini italiani, per il rispetto dei doveri e per l'esercizio dei diritti. Non a caso la Regione del Veneto nella legge dedicata agli Interventi nel settore dell'immigrazione (Legge Regionale 9/90) ne ha previsto la promozione, affidandola a Veneto Lavoro.

Piani territoriali per l'Integrazione

La Regione del Veneto Sezione - Flussi Migratori finanzia le Conferenze dei Sindaci del Veneto per la realizzazione di azioni di integrazione (Piani Territoriali per l'Integrazione). Sono contemplate, nello specifico, proposte di intervento nell'ambito della formazione e dell'integrazione sociale e scolastica, nonché azioni a favore delle donne e dei minori che si rifanno alla linea strategica regionale delle "Misure di supporto per la piena integrazione dei soggetti deboli".

Veneto Lavoro dal 2014, su mandato della stessa Regione, si occupa di fornire assistenza tecnica e supporto nella gestione dei predetti finanziamenti, in particolare nella fase di stesura dell'avviso riservato alle Conferenze dei Sindaci, nella fase di presentazione dei Piani Territoriali, nella fase di rendicontazione delle spese e nella fase di monitoraggio.

Sempre in questo ambito, Veneto Lavoro gestisce in partenariato con la Regione del Veneto -Sezione Flussi Migratori, alcuni progetti di integrazione finanziati dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) rivolti a cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale su vari ambiti: formazione linguistica, civica e orientamento al lavoro.

I progetti attivi in gestione sono i seguenti: