Cos'è, per chi è, come si richiede "MERCURIO"

Cos'è

Veneto Lavoro mette a disposizione dei ricercatori e degli enti di ricerca i dati elementari raccolti dai Centri per l'impiego del Veneto tramite il Public use file denominato "Mercurio", sulla base ed al solo fine del perseguimento di un progetto di ricerca.

Mercurio è il database statistico (la terza versione), ora aggiornato con i dati sino a marzo 2017, che l'Osservatorio di Veneto Lavoro mette a disposizione dei ricercatori – come Puf (Pu­blic use file) - per consentire loro di sfruttare a pieno il bagaglio di informazioni derivanti dal si­stema gestionale amministrativo dei Centri per l'impiego, sistema che organizza i flussi delle co­muni­ca­zioni obbligatorie (CO) e delle dichiarazioni di disponibilità al lavoro rilasciate dai lavora­tori.

Nella sua prima versione il Puf, denominato "Giove", ha rappresentato un'esperienza innovativa di accesso alle basi dati amministrative, tra le prime a livello nazionale a mettere a disposizione del mondo della ricerca informazioni a livello elementare nel rispetto della legge sulla privacy e del co­dice deontologico.

La principale fonte di alimentazione di Giove era il sistema NetLabor, in uso presso i Centri per l'Impiego del Veneto. Le caratteristiche di quel sistema informativo richiedevano una consistente lavorazione del dato, a causa di modalità di interrogazione e tracciati record condizionati dall'orga­niz­zazione "amministrativa" delle informazioni. In Giove non erano disponibili informa­zioni su e di­soc­cupazione e liste di mobilità. La prima release di Giove risale al 2004, l'ultima al febbraio 2008.

La svolta che ha apportato un cambiamento radicale nell'organizzazione delle informazioni che perven­gono ai Centri per l'impiego in materia di rapporti di lavoro è stata segnata dall'avvento a livello nazionale del sistema di Comunicazioni Obbligatorie (CO) e, per il Veneto, dall'adozione del Sistema informativo del lavoro veneto (Silv).

Queste modifiche di contesto hanno portato l'Osservatorio di Veneto Lavoro a rivedere le modalità di costruzione del Puf, dando luogo alla versione 2, denominata "Planet".

Rispetto a Giove, Planet ha comportato un affinamento delle modalità di elaborazione, correzione e distribuzione del dato statistico. Ha visto il rilascio di versioni successive, che hanno mantenuto la me­desima struttura, pur aggiornandosi nei contenuti e riportando correzioni sempre più affidabili (e di assoluta trasparenza per il ricercatore-utilizzatore). La prima release di Planet risale al maggio 2008, l'ultima al luglio 2015.

Il consolidamento del sistema Silv ed alcune modifiche introdotte nelle CO, assieme alla volontà di semplificare l'interrogazione del database statistico, hanno portato l'Osservatorio a realizzare la terza versione del Puf, denominata Mercurio. La prima release del Puf 3.0 è di aprile del 2016, con dati aggiornati a fine 2015.
Il nuovo Puf 3.0 condivide con Planet la fonte dell'informazione (Silv e CO), ma prevede una diversa orga­nizzazione nelle tabelle dei rapporti di lavoro, disoccupazione e mobilità.

In comune con le precedenti versioni rimangono anche le due modalità di distribuzione: anonimizzato o con i dati in chiaro per un possibile link ad altre basi dati in relazione al progetto di ricerca presentato, e che deve essere approvato dalla Commissione responsabile del rilascio di Mercurio.

Le modalità di richiesta di Mercurio restano identiche a quelle applicate a Giove e a Planet. Tra le modalità di trasmissione del db è stata introdotta quella via ftp per utilizzare la quale è indispensabile disporre di una casella di posta certificata tramite la quale accusare ricevuta di scarico a protocollo@pec.venetolavoro.it, una volta completata l'operazione, inserendo nell'Oggetto della mail la dicitura "Scarico Mercurio avvenuto con successo".

Per chi è

Possono richiedere Mercurio: Università, Istituti o enti di ricerca (pubblici o privati), società scientifiche e ricercatori che operino nel loro ambito.

Il richiedente si impegna a:
a) non effettuare trattamenti diversi da quelli comunicati nella richiesta;
b) non comunicare ulteriormente i dati a terzi;
c) rispettare le vigenti norme in materia di segreto statistico e di protezione dei dati.

Come si richiede

Per ottenere il rilascio di Mercurio è necessario preliminarmente procedere come segue:
1. compilare il modulo di richiesta dei dati (vedi fac-simile A), che andrà sottoscritto dal richiedente o (in caso di ente con personalità giuridica) dal legale rappresentante, ove siano chiaramente determinati gli scopi statistici e scientifici per i quali si intendono utilizzare i dati;
2. riempire il protocollo di ricerca (vedi fac-simile B) con le indicazioni riguardanti tutti i ricercatori che saranno impegnati nel progetto e con le loro firme;
3. predisporre un dettagliato progetto di ricerca ove siano evidenziate le finalità specifiche dello stesso e la obiettiva utilità di adoperare a tale proposito i dati elementari di Mercurio e che deve essere redatto conformemente agli standard metodologici del pertinente settore disciplinare, anche per documentare che il trattamento sia effettuato per idonei ed effettivi scopi statistici o scientifici. Inoltre deve: a) specificare le misure che saranno adottate nel trattamento dei dati individuali, al fine di garantire il rispetto del codice deontologico, nonché della normativa in materia di protezione dei dati personali; b) individuare gli eventuali responsabili del trattamento; contenere una dichiarazione di impegno a conformarsi alle disposizioni del Codice di deontologia. Un'analoga dichiarazione dovrà essere sottoscritta anche dai soggetti - ricercatori, responsabili e incaricati del trattamento - che fossero coinvolti nel prosieguo della ricerca;
4. inviare i tre documenti sopra descritti sia tramite posta ordinaria all'indirizzo: Veneto Lavoro, Via Ca' Marcello n.67, 30172 Venezia-Mestre, sia via posta elettronica all'indirizzo osservatorio.mdl@venetolavoro.it.

Qualora la richiesta sia volta ad ottenere il rilascio di Mercurio completo dei dati identificativi, ad integrazione di quanto previsto nella procedura ordinaria, il richiedente dovrà:
1. menzionare esplicitamente nell'istanza di rilascio la necessità della comunicazione dei dati identificativi;
2. dichiarare che non è possibile conseguire altrimenti il risultato statistico o scientifico di interesse, e darne espressa motivazione.

Tale motivazione dovrà trovare ampia giustificazione anche nell'allegato progetto di ricerca.

Il Nucleo di valutazione costituito presso Veneto Lavoro decide in merito al rilascio di Mercurio, previa valutazione dei requisiti del richiedente, del progetto di ricerca e, nel caso di richiesta di dati identificativi, della apposita motivazione e nel rispetto del principio di pertinenza e di stretta necessità.

Veneto Lavoro rinuncia ad ogni pretesa connessa alla proprietà intellettuale dei risultati della ricerca, la quale resterà esclusivamente in capo al soggetto richiedente.

Il soggetto richiedente si impegna in caso di pubblicazione o di altre iniziative di comunicazione (convegni, seminari, ecc.) relative ai risultati del progetto a:
a) evidenziare, in premessa ed in ogni altro passaggio opportuno, la fonte dei dati;
b) inviare preventivamente copia della documentazione, del testo e dei risultati di ricerca a Veneto Lavoro;
c) consentire che Veneto Lavoro, nel rispetto della normativa vigente in materia di diritti d'autore, dia notizia della pubblicazione o dell'evento mediante ogni mezzo opportuno, ivi incluso il proprio sito internet.

Da giugno 2017 è disponibile la versione di Mercurio 3.0 con dati aggiornati a marzo 2017.


Guida a "Mercurio"

Metadati "Mercurio"