Menù di navigazione

 
    auto
  

Osservatorio MDL

Aggregatore Risorse

Pubblicato il 16.07.2021 Misure/103 - GLI EFFETTI DELLO SBLOCCO DEI LICENZIAMENTI NEI PRIMI 10 GIORNI DI LUGLIO


Il 30 giugno 2021 scadeva il divieto di licenziamento previsto dal d.l. 25 maggio 2021, n. 73, che riguardava le imprese manifatturiere e delle costruzioni che avevano accesso alla Cassa integrazione ordinaria, con le eccezioni in esso previste

Con il d.l. 30 giugno 2021, n. 99, il Governo ha cercato di limitarne le conseguenze potenzialmente rilevanti escludendo dalla possibilità di ricorrere ai licenziamenti le imprese del sistema moda e prevedendo, per le imprese di altri settori che ne ne­cessitino, l’accesso ad ulteriori 13 settimane di trattamento straordinario di integrazione salariale.

Con questo aggiornamento, l’osservazione è estesa fino al 10 di luglio tenuto conto che le imprese hanno a disposizione 5 giorni di tempo per adempiere all’obbligo di comunicazione.

Complessivamente nei giorni osservati i licenziamenti sono stati 359 con un incremento scontato rispetto all’anno precedente (+304), ma in linea con quelli avvenuti negli anni pre-pandemici, so­prattutto se teniamo conto che il “salto” è imputabile al giorno 7 luglio quando una unica impre­sa delle costruzioni ha effettuato 71 licenziamenti per fine cantiere.