Menù di navigazione

 
    auto
  

Osservatorio MDL

Aggregatore Risorse

Pubblicato il 10.06.2022 LA BUSSOLA - Il mercato del lavoro veneto nel mese di maggio 2022

 

Questo numero della Bussola espone la situazione occupazionale del lavoro dipendente in Veneto (contratti a tempo indeterminato, determinato e di apprendistato del settore privato) fino al mese di maggio del 2022.  

Da gennaio a fine maggio 2022 in Veneto il saldo tra assunzioni e cessazioni è pari a +57.200 unità, ampia­mente migliore sia rispetto al dato del 2021 (+39.700) che rispetto al 2020 (-4.000), senza raggiungere però il livello del 2019 (+61.650). Questo bilancio positivo si compone di +16.000 posizioni a tempo indetermina­to, +40.900 a tempo determinato e +300 in apprendistato.

Il volume di assunzioni è in crescita del +42% sull’anno precedente (e del +3% anche rispetto al 2019), con performance particolarmente buone per la componente femminile (+54%), la provincia di Venezia (+89%) e il comparto turistico (+130%). Le assunzioni a tempo indeterminato segnano il +49% sul 2021, con andamen­to lievemente migliore in paragone al tempo determinato (+40%) e all’apprendistato (+35%).

Continua a crescere il numero delle dimissioni di lavoratori impiegati con contratti a tempo indeterminato: nei primi cinque mesi dell’anno nel settore privato esse sono state 51.600 (+32% sul 2021 e +35% sul 2019). La crescita è stata molto più significativa per le donne (+47%) e per la popolazione più matura (+71%). Rimane signi­ficativa e stabile la quota complessiva dei ricollocati entro 7 giorni dalle dimissioni, pari al 44% e aumenta leggermente il tasso di ricollocazione entro un mese (57% ri­spetto al 54% del 2019).

Dal 23 febbraio 2020 fino al 31 maggio 2022 il bilancio occupazionale grezzo in Veneto è positivo per +76.000 posizioni lavorative.

 

LA BUSSOLA | Il mercato del lavoro veneto nel mese di maggio 2022
Numeri precedenti