Osservatorio Regionale Antidiscriminazione 

Istituito in data 21 marzo 2013 attraverso un Protocollo d'intesa tra la Regione del Veneto, Sezione Flussi Migratori, e l'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR), e in attuazione del Piano triennale 2013-2015 di iniziative ed interventi nel settore dell'immigrazione, l'Osservatorio Regionale Antidiscriminazione è stato affidato a Veneto Lavoro con Delibera della Giunta Regionale n.2190 del 27/11/2014.

Obiettivo principale dell'Osservatorio è la promozione di azioni finalizzate alla prevenzione e al contrasto delle discriminazioni fondate sulla razza e l'origine etnica, per il conseguimento del quale si avvale di una Rete costituita da Antenne Territoriali, Punti Informativi e Radar, distribuiti su tutto il territorio regionale. All'Osservatorio spettano:

  • la promozione e il coordinamento delle attività della sopraccitata Rete,
  • la formazione degli operatori,
  • la stesura di protocolli d'intesa con realtà che possano supportare la gestione dei casi.
  • Esso si fa anche carico della raccolta, dell'esame e della sistematizzazione dei dati, raccolti attraverso le Antenne Territoriali, i Punti Informativi e i Radar, relativi ai casi di  discriminazioni fondate sulla razza e l'origine etnica sul territorio regionale.

 

L'Osservatorio agisce in coordinamento con l'UNAR.

Per maggiori informazioni sulle attività dell'Osservatorio > http://www.venetoimmigrazione.it/antidiscriminazione

 

Progetto RECORD - Rete territoriale per l'emersione, il contrasto e la rilevazione delle discriminazioni etnico-razziali


Obiettivo
Obiettivo generale del progetto è quello di prevenire e contrastare la discriminazione etnico-razziale, dando piena attuazione al Protocollo di Intesa tra la Regione del Veneto e l'UNAR. 

Attività
Nello specifico, è prevista la realizzazione di una serie di attività:

  • valorizzazione e il potenziamento della rete territoriale antidiscriminazioni;
  • produzione di materiale innovativo finalizzato alla sensibilizzazione;
  • informazione specifica rivolta ai cittadini di Paesi Terzi anche attraverso l'utilizzo di materiali in lingua semplificata;
  • formazione degli operatori della Pubblica Amministrazione;
  • la sensibilizzazione di operatori della Polizia Locale e dei trasporti pubblici;
  • la realizzazione di un progetto pilota in ambito aziendale al fine di mettere a punto una carta di integrità;
  • la formazione dei docenti del territorio con lo scopo di favorire l'acquisizione di competenze sul tema  della discriminazione e della mediazione;
  • la sensibilizzazione degli studenti delle scuole di diverso ordine e grado del territorio, nella prospettiva di favorire il benessere e l'inclusione dei giovani nel mondo scolastico e sociale e di contribuire a formare nuove generazioni che sappiano affrontare positivamente le sfide di una società sempre più multiculturale.
     

Destinatari
Cittadini di Paesi Terzi, personale della Pubblica Amministrazione, studenti e giovani del territorio regionale.

Contatti
antidiscriminazione@venetolavoro.it | 041 2919380

Manifestazione di interesse Artisti, scad. 12/05/2017 - Partecipa >>>