Tartufi 49 - I contratti a tempo indeterminato tra incentivi e nuova regolazione: persistenze e discontinuità

di Maurizio Gambuzza, Stefania Maschio, Maurizio Rasera

Sviluppando e aggiornando precedenti lavori sul tema, in questo contributo si intende proporre un bilancio degli effetti delle decontribuzioni del 2015 e del 2016. A fine dicembre 2018 si sono esauriti i periodi previsti per l'esonero contributivo in relazione ai rapporti a tempo indeterminato (assunzioni o trasformazioni) instaurati sia nel corso del 2015 (esonero di durata massima di 36 mesi) sia del 2016 (esonero di massimo 24 mesi). Avendo a disposizione un ulteriore congruo periodo di osservazione (almeno un anno dalla conclusione del periodo massimo di decontribuzione) cercheremo di documentare quale sia stato l'impatto di questi provvedimenti sul mercato del lavoro veneto, cercando di fornire elementi per valutarne gli effetti in relazione:

  • al volume complessivo della domanda di lavoro a tempo indeterminato (effetto incentivo sul comportamento dei datori di lavoro nella fase di reclutamento della manodopera);
  • alle durate differenziali degli inserimenti lavorativi incentivati e non, verificando tra l'altro se alla conclusione del periodo di decontribuzione si sia verificata quell'ondata di licenziamenti ipotizzata da diversi osservatori che paventavano un uso strumentale delle agevolazioni;
  • alle caratteristiche della domanda e dell'offerta di lavoro coinvolte dai provvedimenti legislativi in esame.


 

Scarica Tartufi 49

Numeri precedenti